Commodore VIC-20

Riparazione effettuata da Antonio Caradonna

PARTE 1

L’Associazione acquista a metà dicembre del 2016 una scheda madre per completare un Vic-20 proveniente da donazione ricevuta alla fine di settembre. Questo Vic-20 risultava infatti utilizzato come contenitore di uno ZX Spectrum. In Associazione, scherzando, ma non troppo, si parlava di Vic-20 “spectrumizzato”.

                                                      Il Vic-20 “spectrumizzato”

                                                                                                                                                                       Alla scheda acquistata mancano le rom kernal e character, ma data la facilità a reperire delle eprom si decide di optare per utilizzare queste ultime, testando i numerosi adattatori proposti sul web. Per la rom kernal tutto bene: l’adattatore per una eprom 2764 funziona bene. Non è così per la rom character, che blocca il computer.

Il difetto sul video causato dal 2532 montato con l’adattatore trovato su internet

Da uno studio dello schema elettrico e dei chip in questione si ricava che la rom originale (una 2332) dispone di due segnali CS (chip select). La eprom scelta come sostituto è una 2532 della Texas Instruments, chip prodotto proprio per mantenere una buona compatibilità con altre rom in commercio all’epoca. Difatti tutti i pin del bus dati sono giusti tranne che il pin 21 (Vpp), che si trova nella posizione errata, e che va posto a +5v. Ma l’adattatore non considera affatto la presenza di due CS (CS1 e CS2).

Il difetto sul vic20 con il pin 21 collegato ai +5volt e il pin 20 collegato a CS1

Il problema è dato dal singolo pin EP che nello schema dell’adattatore è collegato al solo CS1 col risultato che il chip, pur correttamente alimentato, risponde producendo a video caratteri spezzati, incompleti come da foto. La eprom infatti necessita di entrambi i segnali CS mandati dal Vic, che vanno sommati e applicati entrambi sul pin 20 (EP). Una rapida consultazione della tabella boleana aiuta a comprendere che necessita una porta OR, fornita da un chip 74LS32, dotato di ben 4 porte.

La eprom 2532 con il 74LS32 collegati

Il Vic-20 finalmente funziona correttamente. Non resta che indirizzare i pin del bus dati. Si provvede a zoccolare tutto in funzione della necessità di effettuare test sui chip di eventuali futuri Vic-20 che avessero necessità di essere riparati.

Vista di tutto il vic20 completato e funzionanteFinalmente funziona con la porta logica collegata correttamente

PARTE 2

Per mesi è stata valutata ed esplorata l’ipotesi di adattare una tastiera da un C64 o, peggio, da un C16. Non si è mai proceduto in tal senso in considerazione delle numerose incompatibilità che avrebbero richiesto un lungo e complesso lavoro di adattamento. Finalmente, grazie alla generosa donazione di Ezio Bagnis del Vintage Computer Club Italia abbiamo a disposizione una nuova tastiera per il Vic-20, semplice da montare e testare, potendo infine registrare il perfetto funzionamento del computer.